giovedì 12 maggio 2016

non fumare alla guida

Dal 2 febbraio 2016 è stato istituito il divieto di fumare in auto in presenza di minori e/o donne in evidente stato di gravidanza oltre al divieto di gettare mozziconi di sigaretta dal finestrino dell'automobile. L'Italia ha quindi recepito la direttiva europea 2014/40/UE che include un ampio pacchetto di misure.
La norma prevede ammende da €50 fino a €500 per il fumo e €300 per chi getta i mozziconi per terra anche dal finestrino dell'automobile.
Per quanto riguarda la salute è ovviamente una norma importante, ma lo è trasversalmente anche per il tema della sicurezza stradale in quanto, fumare alla guida, può essere elemento di distrazione. Ricordiamo che la distrazione è uno dei fattori che rendono meno sicura la circolazione stradale, ma al contempo, è tra i meno conosciuti e contrastati perché difficilmente misurabile. I dati indicano che oltre 50% di incidenti avviene per disattenzione del guidatore.

Per mostrare come sia impattante la distrazione causata dal fumo durante la guida è stata condotta una ricerca* considerando le 5 operazioni necessarie a fumare una sigaretta in auto:
1. Cercare e prendere il pacchetto di sigarette, prelevare la sigaretta, cercare e prendere l’accendino.
2. Accendere la sigaretta.
3. Riporre l’accendino.
4. Fumare.
5. Spegnere la sigaretta

La conclusione della ricerca è la seguente: ad una velocità di 50Km/h, nel tempo che occorre per fumare una sigaretta, sono 160 i metri percorsi al buio senza guardare la strada. Le cose peggiorano in autostrada in quanto a 120Km/h i metri percorsi al buio diventano 356. L'operazione che distrae di più tra le 5 elencate è proprio l'atto del fumare, che incorpora circa 63 metri di guida distratta(in area urbana) ovvero senza guardare la strada (il 39% del totale del tempo di distrazione delle 5 operazioni).
A questo si aggiunge che il 33% degli utenti valutati, hanno lasciato il volante con entrambe le mani durante il processo di accensione della sigaretta.

Immaginate di chiudere gli occhi per circa 160 metri mentre guidate in città o per 356 mentre siete in autostrada. Può accadere di tutto!!!

* Indagine condotta da:
Prof. Giacomo Mangiaracina
Dipartimento di Scienze di Sanità Pubblica, 2° Facoltà di Medicina, Università La Sapienza.
Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Presidente SITAB, Società Italiana di Tabaccologia.

Dott.ssa Letizia Palumbo
Psicologa Area Ricerca e Formazione “GEA Progetto Salute”

Vi lasciamo come di consueto ad un video significativo che mostra come la concentrazione alla guida deve essere massima: sareste felici che il chirurgo che vi sta operando si distraesse? O anche il controllore di volo che sta coordinando l'atterraggio del vostro aereo? La distrazione è fatale.